Mamma guarda! Sono redattore!

redattore
2 Condivisioni

“Trovarsi al posto giusto, nel momento giusto”. Cosa significa?
Tra le tante cose può voler dire:

  • Avere una botta di culo clamorosa;
  • Qualcuno nota qualcosa e quel qualcosa porta qualcuno a dire “Oooocchèi, vediamo un attimo…”

Nel mio caso credo sia stata una vita di mezzo tra le due. Come sai, se segui non tanto la pagina facebook di Scrivomale quanto il mio profilo personale, un buon 99% dei contenuti sono immagini.
Foto, screen, meme che colpiscono in qualche modo la mia attenzione, mi fanno ridere per qualche motivo e rigiro sulla pagina con vicino un commento che le valorizzi o semplicemente strappi un sorriso.
E’ una sorta di passatempo, utile per far divertire gli amici e per consentire a me di tenere in una sorta di “archivio” le cose fuori dalla norma che incontro.

Adoro il fatto che i miei contatti leggano, ridano e commentino. Si sta creando un bel gruppetto di persone che rispondono ad un’immagine con una battuta ed adoro, tra le altre cose, che persone mai conosciute tra loro si trovino a scherzare insieme.
Una sorta di piccola taverna dove gli avventori si siedono con sconosciuti e semplicemente ridano e scherzino.
Da Simone ‘rcazzaro, dovrei chiamarla. Su Tripadvisor farei faville!

Tra i miei contatti ho una marea di persone che lavora in Radio: Speaker, personale tecnico e quant’altro.
Nel corso degli anni ho avuto modo di conoscerne tanti e, una cosa tira l’altra alla fine sono divenuti parte del mio quotidiano.

Dove lavoravo prima tra i vari clienti c’era una grande Emittente Radiofonica. Gestivamo per loro l’allarme e tutte quelle cose li che gestisce chi come me si traveste da persona seria per qualche ora al giorno. Quando mi capitava di parlare con la responsabile, una volta finite le cose di lavoro, era spassoso chiacchierare qualche minuto rendendomi conto di conoscere alcuni dei dipendenti quanto lei. Neanche fossi uno di loro.

Grazie al mio essere sostanzialmente un adorabile imbecille che ama ridere e far ridere, uno dei miei contatti che lavora con RadioEklisse qualche settimana fa mi ha chiesto “Vorresti fare redazione?”

Dopo essermi finto morto il tempo necessario di aprire google ed aver capito cosa cazzarola si facesse in una redazione ho risposto entusiasta che si: volevo provare.
Mi conosci e sai che ad una cosa nuova, che non conosco mi rimane impossibile dire di no.

Aneddoto non richiesto:
Quando qualche giorno fa hanno oscurato Wikipedia, il mio cruccio più grande è stato perdere tutte quelle sfiziose sezioni “Curiosità” di ogni voce. Ci passavo le ore.
Potrei vivere anche solo di “Forse non tutti sanno che”. Ci esco pazzo.

 

Capito – forse – come funziona il lavoro di redazione per una radio mi ci sono buttato dentro. Non starò qui a spiegarti come si svolge, anche se magari avremo modo di parlarne in futuro, ma è bello e corrisponde bene o male a quel che già facevo prima: Divertirmi e cercare di far divertire.

Adoro inoltre che mi permetta di andare in giro a cercare cose. Amo che quel che la mia mente malata tira fuori possa arrivare a più gente.
In fine, cosa non meno importante, il mio ego da qualche giorno zompetta festoso per casa tipo le visioni psicotiche di Happy.

visioni psicotiche

Tipo cosi. Io sono quello dietro. Però con più capelli.

Non vedo l’ora di continuare e di imparare sempre meglio un qualcosa che al momento mi è totalmente sconosciuto.
Inoltre, siamo onesti: dopo gli ultimi eventi qualcosa con cui distrarmi mi serve. Decisamente.

2 Condivisioni

Mi chiamo Simone. Scrivo male è allo stesso tempo il nome del sito ed una profonda verità. Potrei scrivere meglio? Certamente. Però sono fermamente convinto che - refusi a parte - lo scrivere di getto e senza pensarci troppo aiuti a far arrivare meglio il messaggio. Qualunque cosa questo voglia dire.