Ciao River

3 Condivisioni

River ci ha salutato.

Ricorderai certamente di River, il cucciolo di Maine Coon che spadroneggiava qui in casa e risollevava il mio umore semplicemente con la sua presenza. Purtroppo i vari problemi di salute si è scoperto dipendevano dalla Peritonite Infettiva, detta anche FIP.
La FIP è una malattia da cui non c’è ritorno. Non c’è cura e non esiste tecnicamente neanche un esame preciso per diagnosticarlo. Si è costretti ad andare per tentativi e sperare per il meglio.

Così, ad appena 3 mesi di vita, a causa della FIP River è andato a correre nella casa in campagna nella zia/nonna di qualcuno.

Non è stato semplice ed è stato emotivamente devastante. Ti dico senza alcuna vergogna che nello studio di quel veterinario ho pianto tipo ragazzino cui cade il gelato in terra.

Mi consola solamente il sapere di aver provato a percorrere qualsiasi strada fosse possibile percorrere ed il fatto che quel poco tempo che è rimasto con noi River ha saputo cos’era l’amore. E’ stato su questa terra per un tempo brevissimo ma l’ha fatto con due persone che hanno provato a dargli tutto.
Sono partiti anche tanti soldini, nel tentativo di curarlo.
Ti dico con la massima onestà che se sono serviti ad allungargli da vita di anche un solo giorno, è stato benedetto ogni singolo centesimo. Dal primo all’ultimo.

E’ stato complicato farsene una ragione. Stava bene, poi stava male, poi di nuovo bene fino a che Domenica mattina non si è svegliato completamente cieco. A tre mesi.

Non volevamo accettarlo, ci sembrava impossibile quel che stava accadendo. Al quarto veterinario che ci dava la stessa diagnosi/sentenza ci siamo dovuti arrendere.

E’ successo pochi giorni fa e mentirei dicendoti che ora sto bene. Va certamente meglio, sostenuto dal solo fatto che non poteva andare altrimenti. Purtroppo – ho scoperto – quando la malattia prende il via a quell’età il decorso è repentino.
Non è facile, però tant’è e non si può fare altrimenti.
Quindi si va avanti.

3 Condivisioni

Mi chiamo Simone. Scrivo male è allo stesso tempo il nome del sito ed una profonda verità. Potrei scrivere meglio? Certamente. Però sono fermamente convinto che - refusi a parte - lo scrivere di getto e senza pensarci troppo aiuti a far arrivare meglio il messaggio. Qualunque cosa questo voglia dire.